Augusto
La cultura è una sezione finita dell’infinità priva di senso del divenire del mondo, alla quale è attribuito senso e significato dal punto di vista dell’uomo.
(Weber, 1904)
Civilizzazione

«Le persone dovrebbero cercare di armonizzarsi con il prossimo e mostrare di rispettarlo, per cui all’individuo non sempre è lecito cedere alle emozioni» (Elias, 1994).

Scienza Moderna

Scienza moderna: “la matematizzazione delle ipotesi sulla Natura e la loro verifica rigorosa attraverso una costante sperimentazione” (Needham, 2004).

A mio avviso, il desiderio di una qualche forma di rappresentanza, di far sentire la propria voce, è insito nella condizione umana, per quanto contro questa pratica si levino a volte voci autoritarie tra l’élite e per quanto tali voci possano prevalere per lunghi periodi (Goody, 2006).
Goody J. (2006), The Theft of History, Cambridge University Press, Cambridge. Trad. it. di A. Bottini (2008), Il furto della storia, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano.
L’istruzione è l’arte di rendere l’uomo etico
Georg Hegel
È necessario scegliere dopo aver giudicato e non giudicare dopo aver scelto.
Cicerone, (da “De Amicitia”).
Per cultura si deve intendere […] la capacità globale di rispondere in modo adeguato ai problemi di sopravvivenza che una società deve affrontare. A ogni livello: energetico, agricolo, industriale, educativo, mentale, comportamentale. Vale a dire, la capacità di capire il proprio tempo, di individuare le grandi leve che producono i veri cambiamenti, e di utilizzarle per adattarsi, anche mentalmente, al proprio ambiente (o per adattare l’ambiente a sé).
Piero Angela
Seneca

Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt difficilia. 

( da Lettere a Lucilio, 17)